I Love Visit Italy
Image default
Love Italian Artist Interviste Rubriche

Video-Intervista Andrea Brunotti: cantante emergente italiano lunigianese per #iloveitalianartist

A tu per tu con Andrea Brunotti: talento emergente italiano per la mia rubrica I Love Italian Artist

Oggi, come ogni giovedì, per la mia rubrica I Love Italian Artist, lo spazio dedicato agli artisti italiani emergenti e non, vi voglio presentare un altro talento italiano emergente, Andrea Brunotti. Sosteniamo i nostri talenti, condividiamo e aiutiamoli a raggiungere i loro sogni.

Ciao Andrea, presentati ai nostri lettori e followers

Ciao, sono Andrea Brunotti, ho 36 anni e sono un cantautore lunigianese; per me è un piacere far parte della vostra community.

Com’è nata la tua passione per la musica?

La passione per la musica l’ho sempre avuta. A 6 anni una cugina con pazienza, con tanta pazienza, mi ha insegnato i primi accordi con la chitarra e da lì ho iniziato a suonare. Mi sono dedicato sempre a replicare delle cover, ho suonato in più band finchè nel 2013 ho capito che avevo qualcosa da dire e quindi ho iniziato a scrivere canzoni mie.

Eh sì nel 2017 è uscito il mio primo EP dal titolo “Emigrato Cosciente”: vi invito ad ascoltarlo, è un lavoro intenso al quale ho dato tutto me stesso e spero vi piaccia.

Il ricordo più bello del tuo percorso professionale?

Di momenti belli nella musica ce ne sono stati tanti e mi auguro in futuro ce ne saranno altri. Il ricordo però più importante sicuramente è quello di una mattina, quando ho aperto il computer ed ho trovato una mail di quella che è la mia attuale casa discografica che si complimentava e che comunque mi diceva che il lavoro era interessante. Da lì è iniziata questa collaborazione che spero porterà tanti bei frutti.

Sogni nel cassetto?

Sogni nel cassetto? Tanti! E il cassetto è abbastanza grande perchè ce ne voglio mettere tanti. La cosa più bella che vi posso dire è che sto lavorando al mio secondo disco e spero che possiate ascoltarlo al più presto.

Commenta questo post

Related posts

Recensione libro: “Pop toys” di Giovanni Lucchese

Tiffany Miller

Sabrina Persechino ad AltaRoma con la collezione autunno/inverno 2019/2020 BE SIGN

Tiffany Miller

“Naturalmente a Milano”: gelati biologici, colazioni super e non solo al Rigoni di Asiago

Tiffany Miller

Leave a Comment