EuropaTravel

5 imperdibili parchi di Monaco di Baviera

parchi monaco di baviera

Monaco di Baviera è una delle città più green di tutta la Germania

Ai suoi abitanti e ai tanti visitatori che ogni anno scelgono la capitale bavarese come meta di visita, la città offre una grande serie di parchi imperdibili in cui fare una passeggiata o trascorrere momenti di puro relax.
Gli oltre 1200 chilometri di piste ciclabili presenti sulla mappa cittadina collegano tra loro diverse aree
green che rappresentano il vero e proprio polmone della città bavarese.
Ci si muove dall’enorme Englischer-garten(ben 373 ettari che dal centro cittadino si estendono fino alla periferia della città) al vitale Olympiapark, nato in occasione delle XX Olimpiadi del 1972 e ancora oggi sede annuale di una serie importante di eventi e manifestazioni tra cui senza dubbio spicca il Summer Festival del Tollwood tra fine giugno e l’inizio di luglio.
Il Westpark è invece perfetto per coppie o famiglie con bambini che desiderano passare qualche ora di tranquillità e totale relax immersi nel verde, magari approfittando delle numerose aree barbecue presenti.
Collegato a sud con l’ Englischer Garten merita menzione e una visita attenta anche l’ Hofgarten, collocato al centro della città come radioso e verde contorno della Residenza di Monaco di Baviera.
Se siete in visita a Monaco, dedicate infine uno sguardo anche all’ Alter Botanischer Garten, un
giardino semicircolare che si trova di fronte al palazzo di giustizia e costruito agli inizi del 1800.
Scopriamo meglio insieme le curiosità circa tutti questi imperdibili parchi.

Englischer Garten, il giardino inglese

L’Englischer Garten di Monaco rappresenta di fatto il vero e proprio polmone verde della capitale bavarese.

Dal centro cittadino fino alla periferia questo parco si estende per 373 ettari totali ed è paragonato a parchi cittadini enormi come Central Park di New York e Hyde Park a Londra.

Realizzato alla fine del 1700 dall’americano Benjamin Thompson, noto anche come “conte di Rumford” e completato ai primi del 1800 dall’architetto Ludwig von Sckell, l’Englischer Garten è di fatto il parco verde più grande di tutta Monaco, e il primo parco pubblico dell’intera Germania.

Nello spazio che si muove verso il confine nord-orientale della città questo parco presenta ampie aree verdi, alternate da zone in cui trovano spazio ruscelli e laghetti molto particolari e carini, nei quali durante la stagione estiva molti abitanti della città fanno anche il bagno. La stagione invernale invece offre una suggestiva versione innevata e ghiacciata che lo rende quasi irriconoscibile.

Pensato inizialmente come giardino militare, divenne poi un mezzo con cui il non troppo amato principe elettore Karl Theodor rilanciò la propria immagine e le proprie iniziative politiche agli occhi della popolazione di Monaco.

Assolutamente da vedere nella passeggiata all’interno del parco la Chinesischer Turm  o torre cinese, che ospita uno dei più grandi Biergarten della città. Anche il tempio greco nato dalla mano di Leo von Klenze e chiamatoMonopteros meritano un’attenta visita. Entrambe le costruzioni risultano molto suggestive, specie in alcuni momenti quali alba e tramonto, e hanno un particolare connotato romantico unico nel suo genere e introvabile altrove nell’intera città. La prima alta 25 metri fu costruita tra il 1789 e il 1790. Subì numerosi danni con i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale ma fu ricostruita negli anni ’50. Il Monopteros invece in pieno stile neoclassico ha un diametro di 16 metri e fu compiuto tra il 1831 e il 1836.

All’entrata del parco ad accogliere i visitatori ecco anche la piccola Japanische Teehaus, la casa del te giapponese, donata alla città bavarese proprio dal governo di Tokyo in occasione delle Olimpiadi del 1972. Proprio nella prima parte del parco dopo la Japanische Teehaus è praticato fin dagli anni ’60 il nudismo.

 

Olympiapark

Questo grande parco olimpico situato nel cuore di Monaco di Baviera lega la propria origine all’Olimpiade numero XX andata in scena nel 1972.

Ancora oggi l’Olympiapark è uno dei luoghi verdi più importanti dell’intera città e offre i suoi prati ad avvenimenti culturali, concerti e manifestazioni che si svolgono durante l’anno.

Amministrato dalla società Olympiapark München GmbH, questo parco è situato vicino alla sede della BMW e al suo BMW museum. Il nome Olympiapark fu introdotto nel linguaggio comune dal 1969 anche se si tratta soltanto di un metodo convenzionale e non ufficiale di denominazione.

L’intera area verde è infatti divisa in 4 porzioni: l’Olympic Area che comprende strutture quali lo Stadio Olimpico, l’Olympiahalle e l’Olympiaturm, il Villaggio Olimpico, con le apposite aree femminili e maschili, l’Olympic Media City o Pressestadt, oggi grande shopping centre, e infine l’Olympic Park che comprende le Olympic Mountain el’Olympic Lake.

Suggestiva è senza dubbio la Olympiaturm, alta 291 metri e pesante più di 52 mila tonnellate. Contiene un prestigioso museo dedicato al Rock and Roll raggiungibile tramite ascensore. A pochi passi dalla torre sorge anche il bellissimo museo oceanografico di Monaco di Baviera, l’Olympiapark Sealife Munchen, tra le mete più gettonate soprattutto dai visitatori più piccoli.

Tra i tanti eventi culturali e musicali che si tengono ogni anno nei prati di questo magnifico parco di Monaco da segnalare l’edizione estiva del Tollwood Festival e il Munich Triathlon dal 2003.

 

Westpark

Un perfetto mix di aree gioco, giardini ben curati, aree barbecue, bar e birrerie allestite, rendono il Westpark forse il più apprezzato e frequentato da bambini e famiglie. Costruito nel 1983 è il luogo perfetto in cui godersi un po’ di relaxnel fine settimana o verso sera.

Aperto durante tutto l’anno è soprattutto nella stagione estiva che si anima e prende vita. Sulla Seebühne in particolare viene annualmente organizzata la manifestazione cinematografica “Cinema, luna e stelle“, oltre a diversi altri spettacoli teatrali dal vivo.

Il Westpark è forse con la sua pulizia, il gran numero di piste ciclabili che lo attraversano  e la bellezza che ne contraddistingue ogni angolo il vero specchio dell’intera Monaco. Non è raro imbattersi in conigli o scoiattoli che si muovono indisturbati per i sentieri del parco.

Hofgarten

Molto vicino alla Residenza di Monaco di Baviera questo parco seicentesco è stato costruito in pieno stile rinascimentale italiano, ed è di fatto il prolungamento meridionale dell’Englischer garten. Voluto dal principe elettore Massimiliano I ha il proprio attuale accesso sul lato ovest verso Odeonsplatz attraverso una grande monumentale porta. Fu in parte ricostruito dopo i danni subiti nel corso della Seconda Guerra Mondiale.

All’interno dell’Hofgarten si trovano il Museo del teatro tedesco,  e alcuni affreschi di Peter von Cornelius che vanno a narrare alcuni importanti episodi della storia dei Wittelsbach.

Nel bel mezzo del parco all’incrocio dei viali principali si trova il padiglione denominato tempio di Diana, realizzato nel 1615 da Heinrich Schön.

In questo padiglione centrale si tengono concerti e balletti di vario stile e gusto. 4 fontanelle decorate si appoggiano alle pareti e son ben visibili. Sulla cupola del padiglione poi vi è una copia della statua della Tellus Bavaria di Hubert Gerhard.

 

Alter Botanischer Garten

Il Vecchio Giardino Botanico o Alter Botanischer Garten è un altro dei più importanti parchi di Monaco di Baviera. Di fronte al Palazzo di Giustizia vicino a Karlsplatz questo giardino a pianta semicircolare fu costruito da Ludwig von Sckell tra il 1804 e il 1814.

L’accesso in stile neoclassico e recante un’iscrizione tratta da un’opera di Goethe conduce al Glaspalast, ispirato al Crystal Palace di Londra. Questo edificio fu realizzato nel 1854 per la prima Esposizione Industriale.

L’Alter Botanischer Garten divenne parco pubblico di Monaco di Baviera dopo il 1914, quando fu costruito il nuovoGiardino botanico Nymphenburg adiacente ai giardini del Castello di Nymphenburg. Oggi contiene anche un rinomato ristorante.

Commenta questo post

Tiffany Miller

Tiffany Miller

FOUNDER & BLOGGER
Blogger italiana, copywriter, traveller. Laureata in Economia e Marketing ho aperto il mio blog il 1 aprile 2016 e da quel giorno non ho mai smesso di scrivere. Amo scrivere e promuovere il mio paese, l'Italia!
Read previous post:
le spiagge più belle di Lampedusa
Le spiagge più belle di Lampedusa

L’Isola di Lampedusa è una delle più affascinanti in Italia. Amata anche da tantissimi turisti oltre che dai siciliani che...

Close