Travel Blogger Tiffany Miller
consigli di viaggio

Vacanze sicure: consigli per il controllo pneumatici prima di partire

controllare le gomme prima di partire

State finalmente partendo per le vostre vacanze estive? Ricordate di controllare sempre le gomme seguendo alcuni semplici e pratici consigli.

Le vacanze estive sono il momento più atteso dell’anno, il meritato riposo dopo un anno di duro lavoro, la gratificazione di mesi di risparmio. Forse il pensiero della partenza è ancora più bello del viaggio stesso, quell’euforia che si incanala nelle vene producendo un’impennata nell’umore. Tutto davvero bello e stimolante, ma attenzione a non farsi trasportare dall’entusiasmo: rimanere lucidi è fondamentale per prepararsi al meglio, specie se si viaggia in macchina. Oltre alle valigie e ai documenti pensiamo anche alla sicurezza, in particolare quella stradale. Portare la macchina per un controllo dal meccanico sarebbe una buona abitudine, così come controllare le gomme. Gli pneumatici estivi presentano determinate caratteristiche che permettono di offrire prestazioni ottimali sull’asfalto rovente e in condizioni di bagnato, assicurando una guida sicura; ma perché ciò avvenga è necessario rispettare alcune importanti condizioni. Ecco quali regole dovete seguire prima di partire in vacanza con la vostra auto: ricordate che oltre al fattore sicurezza, uno pneumatico in cattive condizioni può essere motivo di sanzione da parte della polizia stradale.

Usura del battistrada e lesioni generiche della gomma

A norma di legge, il battistrada di uno pneumatico deve essere superiore a 1,6 mm. Parliamo del minimo previsto dalla normativa, ma sarebbe sempre opportuno non arrivare a tale misura. Si consiglia infatti di cambiare lo pneumatico quando lo spessore scende sotto i 3 mm. L’importanza del battistrada è infatti rilevante soprattutto in condizioni di pioggia: più è profondo e meglio riesce a deviare l’acqua evitando il pericoloso fenomeno dell’aquaplanning (la perdita di aderenza della gomma con l’asfalto e conseguente slittamento dell’auto). Gli indicatori della profondità del battistrada sono delle strisce in gomma, posizionate all’interno del battistrada stesso, che diventano visibili quando lo stato di usura raggiunge il livello massimo.

Oltre al battistrada, la gomma va controllata in tutta la sua superficie, alla ricerca di possibili lesioni e rotture. Gli pneumatici inoltre, anche se mai danneggiati o forati e con pochi km percorsi, andrebbero cambiati ogni 6 anni in quanto la mescola invecchia e perde le sue capacità di aderenza.

Pressione degli pneumatici

Processo molto semplice, il controllo della pressione degli pneumatici può essere fatto rapidamente e facilmente svolto in casa o presso un benzinaio o officina. Anche se il controllo è stato effettuato da poco tempo, è sempre meglio ripeterlo prima di una partenza, perché la temperatura influisce sulla pressione. Il valore corretto della pressione è segnalato sul libretto di manutenzione della casa produttrice dell’auto, sul fianco della portiera del conducente o sulla parte interna dello sportello del serbatoio.

E a voi è mai capitato di partire e avere problemi con gli pneumatici?

Commenta questo post

Tiffany Miller

Tiffany Miller

FOUNDER & BLOGGER
Blogger italiana, copywriter, traveller. Laureata in Economia e Marketing ho aperto il mio blog il 1 aprile 2016 e da quel giorno non ho mai smesso di scrivere. Amo scrivere e promuovere il mio paese, l'Italia!
Leggi articolo precedente:
Come rendere le extension dei capelli inosservabili con i capelli corti?

Senza dubbio, i capelli corti sembrano belli. Ma dopo un po ', gli stessi capelli corti che un tempo sembravano...

Chiudi