I Love Visit Italy
Image default
Toscana Travel

Il weekend sull’isola D’Elba immersi nella natura e nella storia

Un weekend sull’isola d’Elba può offrire una magnifica esperienza di viaggio per chi ha a disposizione solo pochi giorni per una vacanza che si spera possa essere memorabile. Si tratta di un’occasione da non lasciarsi scappare per fuggire dalla confusione e dalla routine di tutti i giorni e per visitare uno scorcio di Toscana sul mare che non ha nulla da invidiare alle bellezze della terraferma.

L’ Elba è non solo l’isola più grande di tutto l’Arcipelago Toscano, ma anche la terza più grande di tutta Italia, dietro solo alla Sicilia e alla Sardegna. Che cosa fare durante un weekend all’Elba? Le opzioni a disposizione sono davvero tante:

  • Camminate alla scoperta di paesaggi da sogno
  • Immersioni
  • Tintarella in spiaggia
  • Gite in bici.

Insomma, anche se i giorni sono pochi e le attività devono essere concentrate, il divertimento non mancherà di sicuro. Ognuno è libero di scegliere il formato di vacanza che preferisce, più rilassante o più adrenalinico.

Come si raggiunge l’Elba

elba 5

Raggiungere l’Isola d’Elba non è per niente complicato, dal momento che si tratta di una destinazione che è collegata in modo ottimale. Per chi arriva in treno o in auto, si giunge all’imbarco dei traghetti di Piombino Marittima, e da qui si naviga per circa un’ora, arrivando al porto principale di Portoferraio o a quelli più piccoli di Rio Marina o di Cavo.

In alternativa si può sfruttare un collegamento più veloce che permette di raggiungere in soli 35 minuti Portoferraio; è in aliscafo e, quindi, è destinato solo ai passeggeri senza possibilità di portare la propria auto.

La terza opzione è anche la più interessante dal punto di vista della vacanza, infatti il weekend all’Elba si può trascorrere in barca a vela alla scoperta delle calette e delle spiagge dell’isola, lontani dalla confusione tipica di un luogo ad alta densità turistica

La residenza di Napoleone e le altre bellezze dell’isola

elba 2

Da dove cominciare, dunque, un weekend sull’isola d’Elba? Per esempio da Villa dei Mulini, che è la residenza di Napoleone, a pochi passi dal centro. Se si desidera immergersi in uno spaccato di vera vita “indigena”, invece, il consiglio è di andare al porto verso le nove e mezza del mattino, per scoprire l’arrivo delle barche da pesca di ritorno, con l’attracco che avviene più o meno attorno alle dieci.

Chi lo desidera può acquistare il pesce fresco: una delizia che non ci si può lasciar sfuggire. A Portoferraio, che è il centro più importante di tutta l’Elba e che deve la propria fama proprio al periodo di esilio che Napoleone trascorse qui, vale la pena di ammirare anche la Pinacoteca Foresiana, che accoglie numerosi oggetti d’arte, con quadri e stampe. Uno sguardo è doveroso anche per la Chiesa della Misericordia, mentre il lungomare è romantico e suggestivo.

Il Museo dei Minerali di Rio Marina

Un’altra tappa quasi obbligata nel corso di un fine settimana all’Elba è il Museo dei Minerali di Rio Marina, dove la cava mineraria può essere visitata anche a piedi. Il distretto minerario dell’Elba racconta la storia di questa isola e permette di conoscere la sua attività tradizionale. Il nucleo di tale distretto è la cittadina medievale di Rio nell’Elba, un gioiello di piccole dimensioni arroccato su una collina.

Qui spicca la Chiesa di San Giacomo Apostolo, valorizzata da bastioni giganteschi e affacciata su una grande piazza. Il quartiere più antico è denominato buchino, contraddistinto da vicoli stretti e suggestivi; qui un tempo vivevano i minatori delle cave. Le vie sono impreziosite da pannelli esplicativi che aiutano, appunto, ad approfondire e a conoscere più da vicino la storia del territorio. Il Museo Archeologico di Rio propone molte altre testimonianze da scoprire.

Il mare

elba 3

Ovviamente non si può andare all’Isola d’Elba senza fermarsi al mare. Per esempio, una destinazione potrebbe essere la località marinara di Porto Azzurro, dove oltre alle splendide spiagge si può godere anche di ottimo cibo.

Tra i monumenti storici si segnala la Chiesa di San Giacomo Maggiore, dove si fanno notare le splendide decorazioni barocche, mentre è curiosa la storia della Chiesa della Madonna del Carmine, che fu fatta costruire dagli abitanti locali, tutti pescatori.

Non mancano, poi, locali notturni e ristoranti, ma anche negozi e opportunità per cimentarsi negli sport acquatici. In tutta l’Elba ci sono ben 147 chilometri di costa, con spiagge di ciottoli bianchi o di sabbia dorata.

Il fondo è ghiaioso nella spiaggia di Sansone, in quella di Sottobomba e in quella di Capobianco, mentre la spiaggia di Biodola si caratterizza per una sabbia morbida e fine. La spiaggia della Paolina, invece, è una meravigliosa baia di ghiaia situata davanti a uno scoglio di grandi dimensioni che si può raggiungere con facilità a nuoto.

Capoliveri e la Festa del Vino

elba 4

C’è ancora tempo per scoprire altre location: per esempio il borgo del vino, cioè Capoliveri, che si trova sopra una collina. Anche in questo caso le viuzze regalano un’atmosfera di altri tempi, e spesso sono impreziosite da mercatini artigianali che attirano i turisti. Ogni anno qui va in scena la Festa del Vino, che prevede una sfilata dei membri dei quattro rioni del paese con scenografie che evocano le attività della vendemmia.

Summary
Il weekend sull'isola D’Elba immersi nella natura e nella storia
Article Name
Il weekend sull'isola D’Elba immersi nella natura e nella storia
Description
Un weekend sull’isola d’Elba può offrire una magnifica esperienza di viaggio per chi ha a disposizione solo pochi giorni per una vacanza che si spera possa essere memorabile.
Author
Publisher Name
I Love Visit Italy
Publisher Logo

Commenta questo post

Related posts

Viaggi sub alle Maldive: gli atolli, tipi di immersione, quando andare, immersioni con gli squali, offerte vacanze sub

Pamela Reale

I migliori trolley per viaggiare: i 4 consigli da non perdere mai di vista

Pamela Reale

Il labirinto più grande al mondo è a Parma

Pamela Reale